Findus: ritira le lasagne in UK, contenevano carne di cavallo e medicinali veterinari

[align=center][/align]

La Findus, colosso dei surgelati, ritira dai supermercati inglesi le sue “lasagne alla bolognese”: i test hanno provato la presenza in grandi percentuali di carne di cavallo in quello che avrebbe dovuto essere ragù di carne bovina. La polemica impazza sui media britannici e si diffonde sui social network. Non era carne di manzo, come indicato in etichetta, ma carne equina quella trovata nel ragù delle lasagne e degli ‘spaghetti alla bolognese’ commercializzati dalla Findus e distribuiti nei punti vendita delle catene di supermercati Tesco e discount Aldi della Gran Bretagna.

Fonte: http://www.iovivoaroma.it/notizie-de-attualita/la-findus-ritira-le-lasagne-contengono-carne-di-cavallo-e-medicinali-veterinari.htm

:s:s e chissà quante alte cose che mangiamo sono di dubbia provenienza…

ma come si fa???

ci si fida della marca o di quello che scrivono sull’etichetta e poi sono pure false…:s:s

Tempo fa ho visto un film-denuncia su una multinazionale di hamburger che praticamente dopo aver analizzato le carni contenevano feci degli animali che durante la lavorazione contaminavano le carni…dopo di allora le compro solo in macelleria dietro casa che spero siano più genuine e perlomeno conosco il macellaio ( e vedo che si lava le mani…).

Ritirate anche in Francia: http://www.agi.it/estero/notizie/201302110848-est-rt10017-bagarre_su_lasagne_findus_equine_via_da_supermarket_francia

Carne cavallo, Ue: no rischi per salute ‘E’ un caso di uso fraudolento di etichettatura, ma non è una questione di sicurezza alimentare’ 13 febbraio, 14:54

Carne di cavallo in vendita in una macelleria a Monaco di Baviera

BRUXELLES - Lo scandalo della carne di cavallo é “un caso di uso fraudolento di etichettatura”, ma “fortunatamente” non è una “questione di sicurezza alimentare” con rischi per la salute. Lo ha affermato il commissario Ue alla salute Tonio Borg, prima della riunione straordinaria convocata a Bruxelles oggi alle 18 dalla presidenza irlandese dell’Ue con i ministri dei paesi toccati dal problema. Venerdì, ha poi annunciato Borg, si terrà anche una riunione del Comitato per la catena alimentare.

Il commissario Ue ha assicurato di stare “seguendo la situazione molto da vicino” della “etichettatura fraudolenta” della carne di cavallo in alcuni prodotti alimentari, e che Bruxelles sta “lavorando con le autorità nazionali”, in particolare con Francia, Romania, Olanda, Lussemburgo e Gran Bretagna, sin da quando venerdì scorso Londra ha segnalato il problema attraverso il sistema di allerta rapida, il Rasff. Il fatto che il problema sia emerso e che ora sia stato identificato, ha sottolineato Borg, “é il risultato non della mancanza ma della presenza di una legislazione Ue che è stata violata”. “Il sistema della sicurezza alimentare Ue è uno dei più sicuri al mondo”, ha aggiunto, in quanto permette la “piena tracciabilità” grazie a cui gli stati membri hanno scoperto “rapidamente l’origine e la catena di distribuzione dei prodotti fraudolenti”. “Spero che i colpevoli saranno scoperti presto”, ha concluso Borg, assicurando che la Commissione è “pronta ad aiutare in ogni modo” e che continuerà a “coordinare la situazione sia a livello tecnico che politico”.

HOLLANDE, ‘VICENDA GRAVE PER CONSUMATORI’ - “La vicenda è grave rispetto alla fiducia riposta dai consumatori e potenzialmente grave rispetto alle conseguenze sulla filiera francese della carne”: lo ha detto oggi il presidente francese Francois Hollande, riferendosi allo scandalo della carne di cavallo, secondo quanto riportato dalla portavoce del governo Najat Vallaud-Belkacem.

fonte

Di solito leggo l’etichette e mi fido della marca…

:dunno:

di chi ci possiamo fidare…