Social card per sostenere famiglie in difficoltà con almeno un figlio minorenne

50 milioni di euro per sostenere le famiglie in difficoltà con figli minorenni, valido solo per 12 città: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona.

Requisiti:

  • La nuova social card è pensata per le famiglie numerose con una situazione economica estremamente difficile. Nel nucleo familiare deve essere presente almeno un componente di età minore di 18 anni, con Isee in corso di validità, basato sul reddito 2012, non superiore a tremila euro.

  • Assenza di lavoro per tutti i componenti del nucleo in età attiva, con cessazione del rapporto di lavoro avvenuta nei 36 mesi precedenti.

  • Inoltre il valore dell’abitazione, ai fini Ici, deve essere inferiore a 30mila euro, il valore di altri patrimoni come i conti correnti deve essere inferiore a 8 mila euro e non ci devono essere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta.

Sono esclusi dal contributo i nuclei senza figli e quelli con disoccupati cronici.

La social card (da 231€ per le famiglie di 2 componenti fino a 404€ al mese per le famiglie più numerose) servirà per acquistare generi alimentare e per il pagamento delle bollette di luce egas.

Il bando dovrebbe essere pubblicato a luglio dopo il rilascio del nulla osta da parte dei ministeri coinvolti. A Palermo le domande si possono già presentare, fino al 20 luglio, presso le sedi delle circoscrizioni, allegando alla domanda una fotocopia del documento di identità e l’Isee Secondo le stime del Comune ne potranno beneficiare circa 1.500 famiglie. La documentazione necessaria per richiedere la social card 2013 si trova presso i Comuni e la richiesta deve essere effettuata da un componente della famiglia direttamente al Comune di residenza rispettando tempi e modi stabiliti dal Comune stesso.

http://www.pianetamamma.it/social-card-famiglie-in-difficolta.html

Lista comuni dove poter fare domanda e relativi moduli da compilare (per alcuni comuni il bando sarà pubblicato a Luglio):

Decreto Interministeriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (pubblicato il 3 maggio 2013 sulla Gazzetta Ufficiale n. 102:

io sono in una situazione non molto lontana a quella descritta nei requisiti ma io qualche lavoretto di un mese ogni tanto l’ho fatto ultimamente. ma chiedono che entrambi i genitori siano disoccupati da almeno 3 anni e che abbiano figli minori . 3 anni senza lavoro tutti 2 … e come ci sarebbero arrivati fino ad ora ? mio marito è disoccupato da 2 anni , io ho trovato solo qualche lavoretto ogni tanto e abbiamo 2 figli piccoli ma non rientriamo nell’aiuto .è uno schifo fanno finta di aiutarti perchè fanno di tutto perchè nessuno rientri nei requisiti

Chiedono che entrambi i genitori siano disoccupati da almeno 3 anni :@. un reddito ISEE inferiore a tremila euro. Ma che requisiti sono??? Non basta avere anche solo 2 figli minorenni e un genitore disoccupato anche da pochi mesi???

Come al solito in Italia si fanno le cose con i piedi. Una famiglia come ci campa con un isee di 3 mila euro? I figli come li mantiene senza un lavoro? Assurdo!

assenza di lavoro per tutti i componenti del nucleo in età attiva, con cessazione del rapporto di lavoro avvenuta nei 36 mesi precedenti

Qui io ho capito che deve aver cessato (finito) di lavorare nei 3 anni precedenti, non che non lavora da 3 anni! :smiley:

Questa non l’avevo letta

Sono esclusi dal contributo i nuclei con disoccupati cronici

:rotfl:

quindi è solo per queste città? perchè conosco alcune persone che potrebbero usufruirne, ma non vivono lì… :s

Sì Debora, solo 12 città: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona.

Questo per esempio è il bando di Catania: http://www.comune.catania.it/informazioni/ufficio-per-le-relazioni-con-il-pubblico/news/default.aspx?news=31647

e cliccare su “Avviso Pubblico” (in basso), ci saranno scritte bene tutte le condizioni, requisiti ecc

letto… bisogna necessariamente [quote]essere residente nel Comune in cui presenta domanda da almeno 1 anno dal momento di presentazione della domanda[/quote] peccato, speriamo che dopo questa “prova” decidano di allargare l’iniziativa anche ad altre città :bye: